L’orologiaio digitale

Ci sono passioni che non tramontano mai ed è questo il caso del signor Gianandrea, maker del FabLab di Rieti, che con grandissima curiosità coltiva la passione per gli orologi da taschino, diventati ormai oggetti da collezionismo.

La sua passione lo porta ad acquistare, girando anche tra i vari mercatini di antiquariato, vecchi meccanismi di orologi, a restaurarne gli ingranaggi e rimetterli in funzione. Sempre più difficile risulta invece la reperibilità delle casse personalizzate e su misura che devono ospitare i meccanismi. “Gli unici orologiai che ancora svolgono questa attività – ci racconta Gianandrea – realizzano le casse attraverso una minuziosa lavorazione al tornio, ma è davvero difficile trovare chi svolga ancora questa attività in zona!”.

E’ così che, spinto dalla curiosità, Gianandrea si è rivolto al FabLab di Rieti per provare a realizzare le casse dei suoi amati orologi grazie alle tecnologie disponibili in laboratorio. La stampa 3D è la tecnologia digitale che meglio ha risposto alle sue esigenze. Infatti, dopo aver progettato il modello tridimensionale della cassa dell’orologio, ha potuto realizzare un primo prototipo con la stampante 3D, verificando la riproducibilità in varie dimensioni in maniera veloce ed economica.

stampa 3d      cassa

20170516_123218      cassa 11

Partendo dal prototipo di base, è stato poi possibile realizzare, attraverso la stampante XFAB a disposizione nel laboratorio del FabLab di Rieti, lo stampo per la cassa in metallo attraverso la tecnica della cera persa.

Un mestiere artigianale torna così a rivivere grazie alla fabbricazione digitale. Gianandrea ormai orologiaio digitale, può quindi riprodurre le varie casse personalizzandole nelle dimensioni, nelle incisioni e nei materiali in base agli ingranaggi restaurati, preservandone le peculiarità artistiche e storiche dell’oggetto restaurato.

 

 

 

Scritto da admin / Scritto il 08 giu
  • BIC Lazio, FabLab Lazio, fablabrieti, Gratuito, Modellazione 3D, progetti, prototipazione, Stampa 3D, Tutorial
  • Commenti 0

    Lascia un commento